Il giorno del Capibara

0,00 

Liberamente ispirato a “Groundhog day” di Harold Ramis ed a “Scorrete lacrime, disse il poliziotto” di Philip Dick, questo larp da camera vi immerge in un’esperienza di gioco divertente e surreale, in cui un protagonista incastrato in un loop temporale dovrà scoprire come riappropriarsi della propria vita.

Un chamber larp di Simone Bonetti

  • Durata 1-2 ore
  • Giocatori: 3-6
  • Parole chiave: Commedia, anomalia temporale, vita quotidiana, surreale.

VINCITORE DEL SOUTHERN WAY AWARD 2017 (BEST MECHANICS)

I giorni ti sembrano tutti uguali? Ti senti come se la routine ti avesse messo in trappola? E se ti capitasse davvero, sì, letteralmente, di svegliarti una mattina e rivivere lo stesso giorno, e così il giorno seguente e quello dopo ancora?

Certo, ci sono giorni straordinari che vorremmo rivivere all’infinito, ma se il giorno in cui sei rimasto bloccato non fosse uno di quelli? Non so quanto la tua vita sia interessante, ma la statistica non è dalla tua parte. Se rimanessi imprigionato nel giorno in cui il tuo capo ha la luna storta e ti subissa di lavoro, o la tua ragazza decide di lasciarti, oppure nel giorno in cui il tuo padrone di casa ha pensato bene di sfrattarti e non sai dove passare la notte?

Sei pronto? Tra poco, come tutte le mattine alle 7.00, suonerà la sveglia. Ti alzerai dal letto e inizierai la tua giornata. Una giornata uguale a tutte le altre, troppo uguale alle altre, anzi decisamente identica.

Che cosa sarai disposto a fare pur di rompere le sbarre ed evadere? La soluzione potrebbe anche essere più vicina di quanto tu possa immaginare. A volte basta saper pensare fuori dagli schemi e magari seguire un capibara.

×